Privacy Policy  Cookie Policy

Tutta la montagna e dintorni

Via Crucis Vivente di Frassinoro

Finalmente, dopo quattro anni, ritorna l’appuntamento con la tradizionale Via Crucis Vivente di Frassinoro, la manifestazione religiosa più importante dell’Emilia Romagna, unica nel suo genere in Italia.
L’evento si ripete ogni tre anni, alle ore 21:00 del venerdì santo, ma l’edizione del 2018 fu annullata a causa delle avverse condizioni meteo e le abbondanti nevicate.

Non si tratta della solita Via Crucis in cui i figuranti in costume sfilano per le vie del paese. La particolarità di questa Via Crucis appenninica sta nel fatto che il sacerdote apre il corteo della processione partendo dalla chiesa abbaziale, seguito da tutti i fedeli, e tutti sfilano per le vie di Frassinoro lungo un percorso stabilito illuminato da fiaccole, passando davanti alle stazioni della Via Crucis, come quadri viventi allestiti nei giardini e cortili delle case. Ogni stazione, 14 a cui nel 1952 si aggiunse quella iniziale di Gesù nell’orto degli ulivi per volere delle Suore Francescane di Palagano, è condotta da un “capo stazione”, che coordina tutti i preparativi, gli allestimenti scenici e i figuranti. L’incarico di capo stazione è affidato da generazioni a famiglie del luogo che tramandano da padre in figlio questa tradizione, come spiegato da loro stessi in un video di alcuni anni fa.

E’ una manifestazione straordinaria che richiede mesi di preparazione, per descrivere in modo sconvolgentemente realistico la Passione di Cristo. I personaggi in costume riescono a trasmettere emozioni fortissime a chi li osserva, come se davvero in quel momento Gesù stia affrontando gli ultimi dolorosi momenti della sua vita. Ci si immerge in un’atmosfera antica, travolti dall’odore dell’incenso e dalle preghiere, osservando le scene in rigoroso silenzio.

Ricordo l’edizione del 2015, fu la prima volta per me. Era il mese di marzo e faceva molto freddo. Mi innamorai di quel Gesù condannato a morte davanti a Ponzio Pilato e soffrii per lui guardando il suo volto rigato dal sangue. Ebbi pietà di quel Gesù spogliato delle vesti che, seminudo, resisteva al freddo pungente. Dissi ad alta voce “Fa freddo! Copritelo!”. Provai compassione per quella Madre che seguiva il martirio del proprio figlio con il cuore trafitto dal dolore e il volto rassegnato. Ringraziai fra me e me quel figurante che massaggiava i piedi nudi di Gesù che veniva inchiodato alla croce, il freddo in quel momento era davvero insopportabile. E il Golgota era particolarmente impressionante, nelle due stazioni in cui il figlio di Dio moriva sulla croce e veniva deposto dalla croce. Mi veniva da piangere.

Link sponsorizzato

La Via Crucis vivente è come un grande film che coinvolge tutti gli abitanti di Frassinoro, non si può spiegare, è una magia che va vissuta almeno una volta. L’appuntamento è per venerdì santo 19 aprile 2019 alle ore 21:00.

Questo è il programma, salvo variazioni:

DOMENICA DELLE PALME
Ore 11:15 Chiesa Abbaziale di S.ta Maria e S. Claudio
S. Messa con benedizione dei rami d’ulivo

GIOVEDI’ SANTO
Ore 21:00 Chiesa Abbaziale di S.ta Maria e S. Claudio
S. Messa in “Coena Domini”

VENERDI’ SANTO
Ore 20:00 Chiesa Abbaziale di S.ta Maria e S. Claudio
Celebrazione della Passione del Signore

Ore 21:00 Inizio Via Crucis Vivente lungo le vie del paese con partenza dalla Chiesa Abbaziale.

————————————————————-

La circolazione stradale subirà variazioni ed è previsto il servizio navetta gratuito dai parcheggi verso l’abbazia.
E’ meglio informarsi per tempo.

Mappa Via Crucis

Mappa Via Crucis (dal sito www.viacrucisvivente.com).

 

LA MAGIA DELLA VIA CRUCIS VIVENTE ATTRAVERSO LA FOTOGALLERY.
(Tutte le foto sono di Rosa Palumbo).
Cliccate su una foto qualsiasi per ingrandirla e proseguire nella visualizzazione in sequenza.

 

 

LA MAGIA DELLA VIA CRUCIS VIVENTE ATTRAVERSO IL VIDEO DELL’EDIZIONE DEL 2012.