Privacy Policy  Cookie Policy

Tutta la montagna e dintorni

beenhere Borghi e frazioni   cloud_download App & Widget

Fontana del mio Paese

Una bellissima poesia scritta da chi è nato in Val d’Asta ed ha conosciuto quei luoghi e quelle persone di cui fa memoria con la poesia. Questa poesia è dedicata alla antica fontana dI Case Balocchi.

Fontana del mio Paese
di Adriano Zambonini

Scorri limpida o acqua che arrivi dai monti,
sei qui per dissetare uomini e animali,
sei qui dove le donne lavano i panni,
sei qui dove il paese si ritrova.
Fontana del mio paese,
dove i bambini giocano con i vecchi,
dove la vita prende forma e arriva a compimento
dove la tua acqua serve a tutti come il pane.
Fontana del mio paese dove sei?
non porti più acqua nemmeno per il viandante,
sei asciutta e secca, arida come noi,
noi che non leggiamo più nel sorriso dell’uomo,
noi che siamo soli e lo sappiamo,
noi che possiamo bere senza la fonte del paese
senza l’aiuto del vicino ,
noi che siamo autosufficienti in tutto,
noi che comunque senza il tuo esserci siamo soli.

Un pensiero su “Fontana del mio Paese

  1. Fulvia MassardoFulvia Massardo

    bella la tua poesia Adriano…la fontana…l’acqua sono accentratrici della vita del paese, ognuno si rivolge alla fontana e così facendo incontra gli altri…la comunità che si riunisce intorno al bene comune…cosa ha fatto disseccare la vecchia fontana?…forse l’aridità delle persone?