Privacy Policy  Cookie Policy

Tutta la montagna e dintorni

beenhere Borghi e frazioni   cloud_download App & Widget

Fame d’arte

Self publishingQuante volte ho pensato…se avessi studiato!

Sembrava così inutile, così superfluo, quanto mi sbagliavo. La cultura elimina i nostri limiti, ci apre la finestra verso l’ignoto e il nostro percorso. Non lo avevo capito, non mi sembrava così importante poi quella strana smania, la voglia irrefrenabile di scrivere, la sensazione di far parte di un mondo a parte, scrivere poesie, racconti, favole e allora il vocabolario diventa il tuo migliore amico.

 

Scrivere per dire, per pensare, per fuggire e ora sono qui, ancora con la mia penna in mano a creare emozioni, a fuggire dalla normalità. Il mio pensiero va ai tanti sconosciuti come me che sentono questa fame, che ci credono ma che hanno poche possibilità perché subiscono i loro limiti anche se sono convinta che l’emozione non ha bisogno di lauree, preferisco scrivere col cuore che col vocabolario.

Il mondo editoriale una giungla che offre concorsi letterali, che offre pubblicazioni e a volte illusioni, di chi ci si deve fidare?

Ho pubblicato in diverse antologie e ogni volta mi sono sentita così grande, così soddisfatta di ciò che facevo.
Per noi poeti sconosciuti facile cadere in certe trappole illudendoci di essere artisti ma rimanendo sempre nel dubbio “Sono veramente così brava o sono solo un incremento” Di chi bisogna fidarsi?